Xenophora crispa
Nome comune: conchiglia collezionista
Famiglia: Xenophoridae
Scopritore: König, C.D.E., 1825
Provenienza: Spagna
Dimensioni: 57,10 mm.
Peso: 22,50 g.
Prezzo: 25.00

Conchiglia trocoide formata da 7-8 giri ornati da irregolari rughe poco convesse separata da suture poco profonde. Base poco convessa e leggermente concava forti pieghe radiali, ombelico profondo. Come tutti gli xenophoridi è dotata di un forte potere agglutinante. Per questo è facile trovare esemplari quasi completamente coperti di gusci e sassolini. Xenophora crispa si serve di questi frammenti per rinforzare il proprio guscio che risultava essere piuttosto fragile e serve al mollusco anche per mimetizzarsi. Il nome Xenophora deriva infatti dal greco e significa "Portatore di straniero". Misura fra i 20 e i 45 mm di diametro in effetti questo e molto grande. Questo mollusco si trova nel Mediterraneo. Vive su fondi sabbiosi di medio-bassa profondità sotto i 40 m). Attualmente Xenophora crispa è piuttosto rara nel mediterraneo. Vive anche nell'Atlantico orientale. Sinonimi: Xenophora mediterranea e Xenophora commutata sono sinonimi di Xenophora crispa. Questa specie può essere confusa con Xenophora infudibulum, la quale si differenzia fondamentalmente dal minor potere agglutinante (Spesso è quasi priva di gusci incrostanti), per le maggiori dimensioni e per l'assenza dell'ombelico. Può essere confusa anche con Xenophora testigera, la quale si differenzia per le forti digitazioni presenti sui giri.

Indietro
Compila il form per richiedere maggiori informazioni
Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 in seguito a presa visione dell'informativa

*campi obbligatori